10 semplici consigli per mantenere più a lungo l’abbronzatura

Abbronzatura: come mantenerla più a lungo

Settembre e il (quasi) solito tran tran sono tornati: il lavoro, la scuola, gli impegni e le mille cose da fare. Rimangono indelebili i ricordi delle vacanze passate al mare… solo una cosa non resta indelebile, la tanto sudata abbronzatura! La pelle infatti impiega circa 28 giorni per completare il suo ciclo di rinnovamento, portando inevitabilmente via la tintarella. In questa lotta contro il tempo è possibile mantenere più a lungo l’abbronzatura, ovviamente con qualche semplice accorgimento.

Partiamo dalle basi: attenzione alla doccia

Soprattutto alla durata e alla temperatura dell’acqua. L’acqua molto calda e la pelle umida per troppo tempo favoriscono la disidratazione cutanea e quindi la scomparsa dell’abbronzatura. Preferite dunque una doccia tiepida e veloce al bagno caldo.

… e al detergente

Sia per quanto riguarda il corpo sia per il viso è meglio utilizzare dei detergenti con formulazioni delicate e idratanti, magari con una texture oleosa che idraterà la pelle durante la detersione.

Non abbiate paura dello scrub!

Lo scrub è un passaggio importante perché aiuta a togliere le cellule morte della pelle e a mantenere un colorito luminoso e uniforme. Saltarlo renderà la pelle ancora più secca e l’abbronzatura, oltre che a sparire più velocemente, andrà via a macchie. È importante quindi scegliere un prodotto molto delicato seguito da una crema nutriente.

Tamponare, non strofinare

Una volta fatta la doccia e lavato il viso, per asciugare la pelle è meglio tamponare delicatamente l’asciugamano invece di strofinarlo, in questo modo eviterete di stressare la cute e di “grattare” via l’abbronzatura.

Idratazione

In questa fase post vacanze è fondamentale idratare e nutrire a fondo la pelle del corpo e del viso almeno due volte al giorno. Per il corpo scegliete dei prodotti molto ricchi e corposi, come i burri oli vegetali (qui vi spieghiamo anche perché è meglio utilizzare il dopo sole), mentre per il viso concedetevi con più frequenza un trattamento specifico, come una maschera idratante.

Aria condizionata? No grazie.

Per quanto sia stata la nostra salvezza in questa estate torrida, l’aria condizionata è nemica della pelle e soprattutto nemica dell’abbronzatura. L’aria condizionata toglie umidità agli ambienti e tende a seccare la pelle, se ancora non riuscite a farne a meno provate a limitarla solo all’ufficio, mentre in macchina abbassate il finestrino.

 No alcool

Evitare le profumazioni a base di alcool, che tende a seccare la pelle e preferire acque profumate rinfrescanti, magari a base di ingredienti idratanti e lenitivi.

 Alimentazione

Consiglio scontato, ma mai banale: anche l’abbronzatura dipende da ciò che mettiamo in tavola. Come sempre cercate di mantenere la pelle idratata bevendo molta acqua e preferite pasti leggeri a base di frutta e verdura, meglio ancora se di colore giallo e arancione.

 Aria aperta

Godetevi gli ultimi momenti all’aria aperta, approfittate dei week end di fine estate e delle passeggiate al sole, anche se i raggi solari in questo periodo non fortissimi aiuteranno comunque a mantenere la pelle colorita.

Protezione solare

Infine, assicuratevi di indossare sempre la protezione solare sulle parti del corpo che rimangono scoperte, la protezione solare aiuterà prolungare l’abbronzatura perché agirà da scudo contro il sole e manterrà idratazione ed elasticità grazie agli ingredienti protettivi ed emollienti.