Burro di Karité naturale

Burro di Karité naturale: proprietà cosmetiche e benefici

Il Burro di Karité: Idratante, nutriente, emolliente ed elasticizzante, è un prodotto che offre il meglio di sé in purezza. 

Burro di Karité naturale: proprietà

Dal colore tendente al giallo e caratterizzato da un gradevole aroma dolce, il burro di Karité puro al 100% è un alleato da avere sempre a portata di mano: ipoallergenico e privo di parabeni, non contiene conservanti né fragranze aggiunte.

Ma che cosa lo rende così attivo sulla pelle ed insostituibile? Il suo segreto risiede in quella che gli esperti di cosmesi chiamano “frazione insaponificabile”. 

Prendendo come riferimento la trasformazione dell’olio in sapone, infatti, ne rimane un avanzo consistente il quale, pur combinato successivamente con sostanze altamente alcaline, continua a non reagire.

Più la sua concentrazione è alta, più il preparato è di pregio, in quanto questa componente ricca di acidi grassi e vitamina E è estremamente efficace ed affine alle caratteristiche della cute: in quanto tale, riesce a penetrarvi in profondità. 

Cosa è da dove proviene

Il burro di Karité naturale è un preparato fito-cosmetico originario dell’Africa Centrale, di cui il Burkina Faso e il Benin sono i maggiori produttori. La pianta da cui si estraggono i noccioli ha dimensioni paragonabili a quelle di una quercia: si tratta della Vitellaria Paradoxa, chiamata anche “albero della vita” o “del burro” e cresce nelle savane.

Il prodotto è talmente importante da essere un elemento cardine dell’economia di questi Paesi: il suo altissimo livello ne fa una delle punte di diamante del mercato equo solidale. Ciò consente una maggiore occupazione di risorse umane, con conseguente promozione delle cooperative dedicate al lavoro femminile.

La lavorazione per la cosmetica

La procedura di lavorazione del Burro di Karité è rigorosamente manuale: dopo la raccolta, si scelgono i noccioli migliori (integri e senza ammaccature), si lavano e si sottopongono ad una lunga bollitura, per circa due ore. Questo passaggio ammorbidisce la scorza, da togliere al termine della cottura: per rimuoverla non occorrono strumenti particolari, perché basta stringerla tra le mani o, al limite, colpirla leggermente con dei sassi acuminati.

Dopodiché si riducono in polvere finissima e il preparato così ottenuto si dispone in grandi piatti per la torrefazione, mediante la quale si procede a tostatura e si raggiungono gradualmente temperature molto elevate. A questo punto, il granulato si impasta con acqua per una quindicina di minuti: deve diventare quasi liquido.

Si aggiunge altro fluido e si raccoglie il contenuto che viene a galla, pronto per una seconda cottura di circa mezz’ora-tre quarti d’ora, mescolandolo con una pertica di legno. Ne risulta un liquido bollente color caramello dalla consistenza viscosa, l’olio di Karitè, che viene lasciato raffreddare a temperatura ambiente per una ventina di minuti.

Burro di Karité: in quali prodotti cosmetici si trova

Oltre a trovarsi in piccole quantità in moltissime creme per il viso e per il corpo, il burro di Karité serve come ingrediente principale di detergenti e maschere per capelli, lozioni per il corpo, scrub per rendere la pelle liscia e vellutata. Il laboratorio di cosmetica naturale Dottoressa Reynaldi vanta un vasto assortimento di cosmetici.

Inoltre, il burro di Karité possiede proprietà cicatrizzanti, pertanto non è infrequente riscontrare la presenza in preparati naturali dall’azione rigenerante e riparatrice, indicati in caso di abrasioni, di leggere ustioni e perfino piaghe da decubito. Per usarlo al meglio e stenderlo facilmente, basta scaldarlo tra le mani per qualche secondo.

Benefici per il viso

Ma il burro di Karité a quali usi si presta?

Condensare tutte le modalità d’impiego in poche righe è impossibile, pertanto si farà riferimento a quelle di maggior rilievo.

Dà sollievo al rossore delle guance dei bambini ed alle abrasioni da sfregamento del fazzoletto ai lati del naso, nel periodo invernale; sempre nella brutta stagione, un barattolino da tenere in borsa sostituisce il burro di cacao. 

Inoltre è in grado di lenire la pelle del viso, sotto forma di creme e maschere. Da non dimenticare gli impacchi nutrienti sui capelli, che eliminano l’effetto crespo. 

Benefici per il corpo

Ma i vantaggi del Burro di Karité si estendono anche al resto del corpo diventando un ingrediente d’elezione, a partire dalle mani: migliora lo stato di quelle screpolate e ammorbidisce le cuticole. 

Gli amanti dei prodotti multi-tasking possono acquistare questa crema prodigiosa.

La sua consistenza la rende efficace contro la secchezza della cute, perfino in punti critici come gomiti, talloni e ginocchia; da ricordare, infine, la sua utilità nel post rasatura, come dopo-sole e nei programmi di prevenzione delle smagliature.