La Bellezza dell’Incontro

La Bellezza dell’Incontro

Viviamo in un tempo in cui tutto è globale, l’economia, l’informazione e, purtroppo, anche i conflitti. Spesso però, l’accoglienza delle persone che fuggono da questi conflitti ci mette a disagio, in un modo o nell’altro. Ma proviamo per un secondo ad immaginare come dev’essere scappare da un paese deve lasciamo tutte le persone che ci sono care, o quelle che abbiamo solo incrociato, ma che, comunque, sono parte della nostra storia; i colori, le atmosfere, i profumi, i luoghi e i ritmi che ci sono familiari.  Scappiamo solo perché non abbiamo scelta se cerchiamo un futuro migliore per la nostra famiglia. Non appena giungiamo a destinazione, siamo catapultati in un quadro totalmente diverso: la lingua, il cibo, i rituali di socialità; l’unica cosa che vorremmo trovare è un po’ di comprensione e di solidarietà. È in quest’ottica che nasce il progetto, promosso da Pace e Futuro, “La bellezza dell’incontro”. L’Associazione Pace e Futuro onlus nasce nel 2004, nel biellese, a Pettinengo, con il preciso obiettivo di recuperare i valori della responsabilità, dell’equità e della pace.

Il progetto prevede che, nei territori di Pettinengo, si raccolgano erbe spontanee come l’achillea e l’hypericum a cui vengono uniti il miele biologico di acacia e castagno che si produce a Villa Piazzo, sede dell’associazione, con il frutto della pianta del Karité del Sahel (Burkina Faso/Africa).

Sono stati realizzati così prodotti come shampoo, crema corpo e crema viso che rappresentano un aiuto vero e concreto ad un progetto, nato dalla collaborazione di Pace e Futuro e Dottoressa Reynaldi, che si orienta, prima di tutto, all’inclusione. In questa realtà, l’inclusione passa anche attraverso l’apprendimento di sapere antichi, con lo scopo che le tradizioni diventino, nel tempo, un valore nuovo e condiviso. Come ogni progetto di Dottoressa Reynaldi, non si limita ad “aiutare” persone che sono in difficoltà con del denaro, ma permette a tutti di essere partecipi di un cambiamento e, soprattutto, mette in moto un meccanismo virtuoso.